Perché portare in fascia? La fascia portabebè offre numerosi vantaggi per la mamma e per il suo bimbo:

Il contatto Dopo nove mesi di calore, intimità con la sua mamma e costante movimento, un neonato ha un reale bisogno di contatto con i propri genitori. Il bambino una volta venuto al mondo si sente disorientato e impaurito, la fascia permette lo stretto contatto con il corpo della mamma o del papà nella quale possono assumere la stessa posizione che avevano nell’utero sentendone il calore, l’odore, la voce, il battito del cuore permettono al bambino di ricevere il calore e la sicurezza di cui hanno bisogno. Il contatto corpo a corpo, infatti, risponde ad un bisogno primordiale e profondo. Il neonato nella fascia tiene la distanza di 20-30 cm dal viso della madre che gli permette di osservarla, considerando che la loro vista è limitata nei primi mesi di vita. La fascia permette al bambino che cresce di osservare il mondo dall’altezza del genitore e di partecipare alle varie attività della famiglia, quindi la fascia è uno strumento eccezionale per sviluppare il senso sociale del bambino. Grazie allo stretto contatto migliora la comunicazione tra madre e figlio riuscendo così per te mamma di rispondere meglio alle sue esigenze.

Aspetti pratici Le mani restano libere permettendoti di continuare a fare le tue faccende senza che il tuo bambino pianga perchè vuole essere preso in braccio. Tutti i bambini possono avere delle giornate in cui sono più sensibili ed esigono le braccia della mamma. (per esempio: il periodo della dentizione, malesseri vari, dopo un prolungato allontanamento della mamma ecc.) Con la fascia la mamma può continuare le faccende domestiche o stare dietro agli altri figli. Il peso del corpo del tuo bambino non grava sulla tua schiena, il tessuto non taglia sulle spalle, (come succede in un normale marsupio) ma si distribuisce su tutto il tuo corpo conferendo una sensazione di comodità a chi porta. La fascia portabebè è leggera, puo’ essere piegata e conservata in borsa (Il passeggino rimane a casa!). È un valido aiuto nei mezzi pubblici di trasporto in città, dato che le mani sono libere, non c’è l’ingombro del passeggino e il bimbo viene alzato dall’altezza degli scarichi degli autoveicoli. Portando il bambino sul ventre, sul fianco o sulle spalle si può passeggiare tra la folla senza essere ingombranti. Favorisce l’allattamento a richiesta! Si può allattare ovunque lontano da occhi indiscreti!Favorisce la produzione degli ormoni della prolattina necessario per un buon allattamento! E’ un modo facile economico e pratico di portare il tuo bambino!

Aspetti Teraupetici Portare con la fascia è caldamente consigliato dagli ortopedici. Le posizioni seguono la crescita del bimbo ed è sempre quella più adatta alla sua età. Le posizioni a gambe divaricate aiutano lo sviluppo delle anche prevendo quindi la displasia alle anche (nelle culture africane la displasia non è conosciuta). Ma non solo! Studi moderni hanno dimostrato che il movimento dondolante serve allo sviluppo cerebrale. Il bambino nella fascia segue i movimenti della madre e questo comporta un continuo esercizio di equilibrio e di stimoli muscolari.Previene inoltre il reflusso gastroesofageo, le coliche, la depressione post parto.

 

 

Data: 22 novembre Richiedi informazioni Iscriviti