Il parto in casa oggi è una scelta, un desiderio sempre più sentito delle coppie che riconoscono e ricercano l’intimità e la sacralità della nascita.

La nascita è una fase importantissima della vita della coppia e del bambino che ha tutto il diritto di venire al mondo nel migliore dei modi, nel rispetto dell’intimità, della delicatezza e sacralità di quest’evento. Poter vivere la nascita nella propria casa, luogo intimo e conosciuto in cui si ritrovano gli odori,i suoni, colori, circondata solo da persone che desideri, che ami e accompagnata da ostetriche che hai scelto e di cui hai fiducia, con cui hai fatto un percorso durante l’attesa, favorisce il naturale processo del parto.

Il bambino che nasce è accolto con dolcezza, nel rispetto dei suoi bisogni e con l’attenzione che privilegia il suo stato di salute. Accogliere la nascita nel calore delle mura domestiche permette alla donna di riscoprire le sue potenzialità, la sua capacità di partorire, di essere protagonista insieme al suo compagno dell’ esperienza della maternità e di scegliere ciò che è meglio per sé e per il suo bambino.

L’esperienza della nascita in casa unisce molto la famiglia che si sta allargando, la possibilità della madre di dare vita a suo figlio/a con le proprie forze e risorse comporta un risveglio sul piano fisico, mentale,emotivo e spirituale come nessun altra esperienza può comportare nella vita di una donna. La donna nasce insieme al suo bambino diventando madre a tutti gli effetti, una madre che c’è l’ha fatta con le proprie forze, una madre piena di autostima e di forza, una madre che crede in sè stessa, nelle proprie capacità e nelle capacità del figlio di poter affrontare ogni situazione della vita. Dicono che quei pochi centimetri di “strada” che percorriamo per venire al mondo siano i più lunghi e difficili da percorrere e pensate che forza ne deriva se si riesce a percorrerli con le proprie forze, che imprinting comporta per mamma e soprattutto per il bambino, l’imprinting che lo guiderà per il resto della sua vita. Partire con il piede giusto è importante, iniziare la vita nel migliore dei modi è un presupposto fondamentale per un buon proseguimento e questo non sempre è possibile in un ospedale. In casa vengono rispettati l’intimità, la privacy e i tempi che la natura prevede per quella nascita, per quel bambino. Non si forzano né i tempi né i modi di affrontare il travaglio e il parto, si asseconda e rispetta il ritmo previsto dalla natura.

La madre in casa, nel suo ambiente, riesce a lasciarsi andare è a suo agio, aperta e libera, non contrasta il dolore ma si lascia attraversare, potendo gestirlo come sente meglio per lei, non si spaventa né fa opposizione ma si abbandona a questa forza vitale avrà un travaglio e parto molto meno doloroso e più veloce. Insieme all’ambiente anche il sentirsi non osservata ed essere con persone che conosce con una certa intimità è fondamentale per il buon andamento del parto perché proprio a livello cerebrale  la produzione degli ormoni necessari a partorire vengono bloccati quando la donna si sente a disagio, osservata, con persone sconosciute, con luci forti e persone che le fanno continue domande. Una cosa voglio precisare: il parto in casa oggi non è un ritorno ai vecchi tempi, è un’esperienza diversa e più sicura di un tempo. Quando la gravidanza è fisiologica il parto in casa adeguatamente assistito è sicuro quanto il parto in ospedale. Diversi studi infatti dimostrano che i parti in casa programmati non presentano alcun rischio aggiuntivo per il bambino o per la mamma (anche al primo figlio).

La possibilità di avere due ostetriche preparate a fianco della partoriente riduce il rischio di complicanze e di necessità di interventi medici o farmacologici durante il travaglio. L’ultimo studio scientifico di settembre 2012 dimostra come il parto in casa adeguatamente selezionato sia sicuro come il parto in ospedale (Olsen O, Clausen JA. Planned hospital birth versus planned home birth. The Cochrane Library, Issue 9,2012); basta guardare la realtà dei paesi nord europei in cui la maggior parte dei parti fisiologici avvengono in casa con tassi di mortalità e morbilità materna e neonatale più bassi di tutta Europa (l’Olanda in primis, paese in cui partorire in casa in caso di gravidanza fisiologica è la normalità).

Quindi l’assistenza oggi è diversa: solo donne selezionate secondo dei precisi criteri (linee guida della gravidanza fisiologica) possono partorire in casa oggi e solo se l’abitazione risulta ad almeno 30 minuti di distanza dall’ospedale, non di più.

Le ostetriche che assistono alla nascita sono 2 e al momento del travaglio si prenderanno cura della mamma secondo i suoi desideri rispettando i tempi fisiologici della nascita. (rapporto 2:1 rispetto all’ospedale che non garantisce nemmeno la presenza costante di 1 ostetrica, questo è un punto a sfavore dell’ospedale per cui il rischio c’è!). Garantiranno intimità e sicurezza  dando modo alla coppia di vivere a pieno il momento. La mamma sarà libera di partorire nel modo che preferisce, in maniera del tutto naturale e in un contesto non medicalizzato ma ugualmente sicuro.

Il parto in casa prevede anche la visita pediatrica alla nascita ed eventualmente in terza giornata.

Altro punto importante dell’assistenza a domicilio riguarda le visite nei primi giorni dopo il parto :Le ostetriche che assistono la mamma durante la gravidanza ed il parto faranno visita alla mamma anche nei giorni successivi per valutare il suo benessere e quello del neonato ed aiutarli ad avviare bene l’allattamento (garantendo la loro presenza giornaliera nei primi 10 giorni dopo il parto e fino a 40 giorni).

Le ostetriche poi potranno rimanere un punto di riferimento per la famiglia e la mamma potrà sempre chiedere consiglio per se e per il suo bambino.

Per le coppie che desiderano fare questa scelta è previsto un incontro gratuito per chiarire le modalità di assistenza e gli eventuali dubbi. Il parto a domicilio è una scelta reale e possibile per le donne con gravidanza fisiologica. Per poter instaurare una buona relazione di fiducia tra l’ostetrica e la coppia è fondamentale contattarci con un certo anticipo, per poter avere il tempo di conoscersi con calma e valutare durante la gravidanza il benessere della mamma e del bambino.