La riflessologia è una pratica di medicina alternativa che consiste nella stimolazione, tramite un particolare massaggio o tocco, di zone del corpo chiamate punti riflessi.

Per zona riflessa si intende un punto della superficie corporea su cui si proietta un determinato organo/apparato collocato anatomicamente, lontano da tale punto. Agendo su questi punti si ha la possibilità di condizionare positivamente l’organo/apparato corrispondente, ma non solo, la tecnica riporta armonia a tutti i livelli, liberando i sentieri energetici, stimolando la sfera fisica, emozionale e mentale.

Alla riflessologia si può abbinare un’altra tecnica di guarigione che viene chiamata cromopuntura. Si tratta di utilizzare uno strumento chiamato “penna cromatica” che, attraverso diversi cristalli di quarzo, emana luce di diverso colore. Applicandola sul punto riflesso corretto con il colore giusto si accelera il processo di guarigione; questo grazie al principio delle frequenze elettriche della cromoterapia.

È fondamentale tenere a mente che il processo di guarigione dipende solamente dal singolo individuo e dalla sua predisposizione e mettersi in gioco e a voler guarire.

La riflessologia non è la “panacea di tutti i mali”, non è per tutti e non agisce su tutti ma solo su chi è davvero pronto a riceverla. Il terapeuta è solo un canale attraverso il quale la persona ha la possibilità di incrementare il suo potenziale di autoguarigione e scoprire nuovamente il suo corpo.

 

 

 

La terapia é un viaggio alla scoperta di sé. Non é un viaggio rapido, né facile e neanche privo di paure. In certi casi può prendere l’intera esistenza, ma la ricompensa é il sentimento che la vita non sia passata invano.

A.Lowen

Richiedi informazioni Iscriviti